Lavori di scavo e restauro dell’insediamento preistorico a Croce di Papa, Nola

Lavori di scavo e restauro dell’insediamento preistorico a Croce di Papa, Nola

Il Villaggio dell’età del bronzo di Nola fu seppellito dall’eruzione del Vesuvio ed è denominato la Pompei della Preistoria. I reperti si caratterizzano per il loro eccezionale stato di conservazione e sono custoditi nel Museo Archeologico di Nola. Molti utensili di uso comune durante l'età del Bronzo Antico sono conservati nella sezione preistorica. Il sito archeologico di Nola si presenta in ottime condizioni e il fango dell’eruzione ha permesso di ritrovare il calco di due capanne.

Le fasi dei lavori

I lavori hanno previsto la realizzazione di una recinzione dell’area archeologica con un muro in c.a., rivestito su ambo i lati con blocchetti squadrati in tufo, sormontato da un bauletto e da una cancellata in ferro zincato. La sistemazione dell’area esterna si è completata con un cancello carraio e relativa area di sosta. Inoltre è stato creato un marciapiede perimetrale che, oltre a valorizzare maggiormente l’area in questione, rende visibile il sito. Vista l’eccezionale importanza archeologica del sito, si aspetta un apposito finanziamento per la continuazione della campagna di scavi ed il definitivo completamento funzionale alla fruizione del pubblico.

Committente

Soprintendenza speciale per i beni archeologici di Napoli e Pompei

Tipologia di progetto

Restauri